Odontoiatria Laser: il laser migliora la qualità ed il risultato delle cure

Odontoiatria Laser: il laser migliora la qualità ed il risultato delle cure.

 

La moderna odontoiatria laser si sta sviluppando molto rapidamente, perché il laser migliora la qualità delle cure e biostimola la guarigione.

Il laser, nelle sue differenti lunghezze d’onda, trova delle applicazioni molto interessanti nello studio dentistico. E’ insostituibile in chirurgia orale, perché permette di incidere i tessuti senza provocare sanguinamento cicatrizzando i vasi sanguigni, cura le infezioni gengivali e la parodontite in modo definitivo. Nel trattamento della carie dei bambini è interessante perché spesso si elimina l’uso del trapano ottenendo quindi maggiore collaborazione dai piccoli pazienti. Una caratteristica importante della chirurgia laser è che il dolore dopo l’intervento è quasi assente. Per questo motivo, è necessaria una dose inferiore di anestetici durante la chirurgia laser.
Lo studio dentistico Chiamenti Lista offre vari servizi per il trattamento di gengive e denti con il laser, compresi i servizi chirurgici che utilizzano il laser.

 

Parliamo di…

 

  1. Quali Laser nello studio dentistico
    1. Quali differenze hanno, e quali sono gli utilizzi dell’uno o dell’altro?
  2. Cosa aspettarsi dall’utilizzo del laser in Odontoiatria
  3. In quali patologie si utilizza il laser
    1. Cura laser della parodontite
    2. Il laser in chirurgia orale
    3. Carie dentale nei bambini
    4. Patologie della bocca
    5. Biostimolazione e terapia del dolore
  4. Sbiancamento dentale laser

 

1. Quali Laser nello studio dentistico

 

Il Laser è uno strumento tecnologico che emette un fascio di luce di particolari caratteristiche. Ogni tipo di laser è in grado di produrre un fascio di luce con caratteristiche particolari che dipendono dalla lunghezza d’onda di questo fascio luminoso. Si contraddistinguono per il lavoro che sono in grado di fare.

I laser usati negli studi dentistici hanno una lunghezza d’onda che va da 480 nm a 2960 nm. I primi sono i laser a Diodi che vanno da 480 a 980 nm, i secondi sono i laser a Erbio-Yag con lunghezza d’onda di 2960nm.

 

1.1 Quali differenze hanno, e quali sono gli utilizzi dell’uno o dell’altro?

 

I laser di lunghezza d’onda bassa da 480 a 980 nm penetrano molto in profondità nei tessuti, ed hanno un utilizzo specifico per la chirurgia.
 

Laser a Diodi

Fig.1 Laser a Diodi, si usa per la chirurgia, per la cura della parodontite, per la biostimolazione

 

I laser di grande lunghezza d’onda come l’Erbio-Yag  penetrano poco nei tessuti, ed ha una affinità per i tessuti duri. Si usa per le otturazioni e la cura della carie.
 

Laser ad Erbio-yag

Fig.2 Laser ad Erbio-yag, si usa per la cura della carie e per la chirurgia

 

Laser ad Erbio-yag

fig.3 Schema che mostra la profondità di penetrazione del raggio laser nei tessuti del corpo in funzione della lunghezza d’onda. Il laser a diodi penetra più in profondità.

 
raggio laser

Fig. 4 Questo schema mostra che il raggio laser rimane collimato, parallelo, non si apre, e che da sopra gli 800 nm di lunghezza d’onda il raggio non è visibile dall’occhio umano

 

2. Odontoiatria laser assistita per migliorare la qualità ed il benessere delle cure.

 
Nell’odontoiatria conservativa e terapeutica, le procedure con l’uso della terapia laser sono indolori e molto efficaci. L’applicazione del laser nelle terapie dentali favorisce l’eliminazione dei focolai di infiammazione, la sterilizzazione di cavità aperte e chiuse, la biostimolazione per accelerare la guarigione e la riparazione dei tessuti ed infine aiuta a ridurre o eliminare la sensibilità dei colli dei denti.
In odontoiatria chirurgica, L’utilizzo del laser permette di eliminare il sanguinamento, permette sterilità del campo di lavoro, accelera la fase di guarigione, elimina l’insorgenza di edema e la necessità di sutura.
L’assenza di calore e vibrazioni dei tessuti rende possibile eseguire la maggior parte delle procedure senza anestesia o con anestesia minima. Questo è particolarmente importante per i pazienti con malattie del sistema cardiovascolare e allergie.Quando si utilizza la chirurgia laser la necrosi tissutale minima. il dolore è minimo, la ferita è completamente sterile, la guarigione è più rapida e non sono necessari ulteriori farmaci antibatterici.

 Le cure laser sono affidabili e significano:

  • Attenzione al paziente

Oltre a

  • Competenza e alta qualificazione

Ed ancora

  • Esperienza trentennale

infine

  • Aggiornamento costante

Scegli il laser

Accelera la guarigione dei tessuti

  • Previene il gonfiore dei tessuti
  • Elimina i batteri e guarisce le infezioni
  • Diminuisce il bisogno di anestesia

Nello studio dentistico il laser va usato sfruttando per intero le sue potenzialità, dalla terapia del dolore alla cura della parodontite, della carie, alla chirurgia, alla biostimolazione.

 

3. In quali patologie si utilizza il laser.

 
L’Odontoiatria laser è un approccio che permette di ottenere dei vantaggi sulla odontoiatria tradizionale riconducibili alle caratteristiche ed agli effetti stessi del raggio laser.

 

3.1 Trattamento della parodontite.

 

Il nostro centro è specializzato nella cura della parodontite.

Studio dentistico Chiamenti Lista Terapia laser della ParodontiteLeggi di più…

Conoscere la parodontite

Parodontite sintomi e diagnosi.

Cura laser della parodontite.

Parodontite cura e prezzo.

 

3.2 Il laser in chirurgia orale.

 

Questo utilizzo è veramente ottimo per il paziente, trasforma un intervento potenzialmente traumatico in un trattamento con poco stress e senza dolore con un post operatorio più leggero ed una guarigione più veloce, perché il laser ha un effetto di biostimolazione, stimola le cellule della guarigione, e diminuisce il dolore.

Cosa significa chirurgia nell’odontoiatria laser?

Minore quantità di anestesia;
Riduzione del dolore postoperatorio;
Assenza di sanguinamento;
Non necessità di punti di sutura;
Possibilità di intervenire in pazienti in terapia con anticoagulanti.

La chirurgia orale laser è entrata prepotentemente nel nostro studio odontoiatrico, rivoluzionando il nostro concetto di chirurgia orale.

Il suo uso si allarga sempre di più interessando patologie di difficile approccio e pazienti con deficit della coagulazione.

Si possono trattare :

  • neoformazioni benigne e fibromi traumatici (da protesi incongrue);
  • correzione in Ortodonzia dei frenuli linguali e tectolabiali;
  • ipertrofie e iperplasie gengivali idiomatiche o farmaco indotte;
  • decontaminazione delle tasche parodontali;
  • trattamento di fistole;
  • incisione di ascessi purulenti;
  • correzione di difetti dei fornici;
  • scoperchiatura degli impianti sommersi e trattamento delle perimplantiti;
  • trattamento delle cisti mucose e delle ranule;
  • biopsie incisionali ed escissionali su precancerosi (leuco ed eritroplachie);
  • trattamento di patologie ulcerative e traumatiche (afte – ipercheratosi);
  • disinfezione e asportazione del tessuto di granulazione;
  • trattamento delle pigmentazioni e rimozione di amalgama-tatoo.

 
Esempi di applicazione della Chirurgia orale Laser

 
raggio laser

Fig.1 Epulide

raggio laser

Fig.2 Angioma del labbro

raggio laser

Fig.3 Frenulo linguale

raggio laser

Fig.4 Frenulo labiale

 

L’estrema versatilità e sicurezza della chirurgia orale laser, rende lo strumento estremamente pratico negli adulti e soprattutto nei bambini per i quali eseguire interventi di chirurgia del frenulo o di chirurgia gengivale diventa molto più semplice sia per il piccolo paziente che per il professionista.

Il laser si dimostra estremamente utile nella chirurgia orale pediatrica e può diventare lo strumento principe per questo tipo di trattamenti, non solo, ma nei casi opportunamente valutati dal dentista può diventare lo strumento principe per questo tipo di trattamenti.

 

3.3 Per il trattamento della carie dentale.

 

Il laser impiegato nella cura della carie dentale è l’Erbio-yag, specifico per i tessuti duri, e presenta il vantaggio di non usare il trapano, è indicato nel trattamento dei bambini.

Rimozione della lesione senza “trapano”
Rimozione selettiva della lesione
Non necessità dell’anestesia o richiede scarsa anestesia
Facile gestione della lesione sotto gengivale

 

3.4 Nella cura le malattie della bocca quali.

 

Nella cura di queste patologie si usa il laser a Diodi,va usato con potenze e tempi corretti.

Si usa nelle seguenti patologie:

  • Angiomi del labbro e della lingua: sfrutta la capacità di cicatrizzare in profondità i vasi sanguigni.
  • Herpes Simplex e ulcere orali: cicatrizza e ripara i tessuti.
  • Cura della necrosi ossea del mascellare: nelle lesioni non estese si ottiene la rivascolarizzazione del tessuto osseo, con l’espulsione del tessuto necrotico.

3.5 Biostimolazione e terapia del dolore (Terapia laser del dolore HLLT LLLT).

 

Le ricerche clinico scientifiche hanno riscontrato effetto del laser nella terapia del dolore, dell’infiammazione e del gonfiore. La HLLT ( terapia laser ad alta energia) è applicata comunemente in fisioterapia con effetti antalgici di grande rilievo nelle terapie dolorose artrosiche, traumatiche, infiammatorie.

Il prof. Benedicenti dell’università di Genova ha condotto studi rivoluzionari nella metodica e nella tecnica, dimostrando sperimentalmente l’efficacia della LLLT (terapia Laser a bassa potenza) che si manifesta con aumento dell’attività cellulare, dei processi riparativi, e del drenaggio linfatico con diminuzione dell’edema, e infine dell’infiammazione.

Anche nell’ambito facciale questa terapia trova valide applicazioni nelle cura delle seguenti sintomatologie:

  • sindrome algico disfunzionale temporo mandibolare,
  • dolori del collo,
  • cefalea muscolo tensiva,
  • dolori da ipertono muscolare tipico effetto dello stress con serramento delle arcate dentarie notturno e diurno,

Nello studio dentistico Chiamenti Lista la peculiarità del laser viene sfruttata nella terapia del dolore articolare della mandibola, nella attività antidolorifica e anti gonfiore dopo gli interventi chirurgici e nelle estrazione dentali nella cura definitiva della parodontite.

 

4. Sbiancamento dentale laser.

 

Con lo sbiancamento dentale oggi si ottengono ottimi risultati ed il laser rende questo trattamento ancora più efficace. La luce laser, viene assorbita dal gel sbiancante che si applica sui denti, e catalizza la sua azione. Può residuare una sensibilità post intervento che scompare in 2/3 giorni.
 

 

Studio Dentistico Chiamenti Walter Lista Flavia Negrar Verona associato ANDI

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *