Come guarire l’ascesso al dente

ascesso dentale gonfiore guancia

 Ascesso dente la cura – Studio Dentistico Chiamenti Lista

 

Ecco come guarire l’ascesso al dente ed evitare gravi complicazioni!

  • Per prima cosa, c’è gonfiore alla guancia?
  • Qual’è l’ antibiotico migliore.
  • Il gonfiore alla guancia guarisce con la cura oppure continua ad aumentare?
  • Quali sono le cause che hanno provocato l’ascesso.
  • Per finire, vediamo quando un ascesso, può portare alla morte.

 

Parliamo di…
  1. Ascesso dente sintomi.
    1. Sintomi ascesso dentale.
    2. Ascesso dentale e gonfiore guancia.
  2. Miglior antibiotico per ascesso dentale.
  3. Ascesso dente rimedi.
  4. Ascesso dente quanto dura.
  5. Ascesso dente del giudizio.
    1. Pericoronarite dente del giudizio.
  6. Ascesso a dente devitalizzato.
  7. Ascesso dentale e morte.
  8. Ascesso dente. Conclusioni.

1. Ascesso dente sintomi e cause.

 
Riconoscere i sintomi di un ascesso è importante per vari motivi, in primo luogo per iniziare il più presto possibile la cura, in secondo luogo per rimuovere le cause che lo hanno generato.

Si capisce quindi che descrivere o meglio conoscere i sintomi di un eventuale ascesso è importante, ma anche analizzare le eventuali possibili cause è altrettanto importante, perché ci aiuta a prevenirlo.

Quindi descriveremo i sintomi, ma prima di arrivare a descrivere i sintomi di ascesso al dente, vediamo di analizzare le cause di ascesso dentale:

  • Carie dentale profonda, ovvero quando la carie raggiunge e contamina la polpa dentale al centro del dente, e provoca una necrosi infetta della polpa.
  • Devitalizzazione infetta, quando residuano batteri all’interno dei canali radicolari curati.
  • Dente del giudizio non completamente fuori dalla gengiva.
  • Denti con parodontite.
  • Radici dentali residue.

Ecco quindi che se nella bocca abbiamo qualche cosa che non va, come un residuo di radice, una carie, una parodontite o un dente del giudizio che non cresce perfettamente, conviene cure e non aspettare che si complichi con dolore e ascesso.

1.1 Sintomi ascesso dentale

 
Ma quali sono i sintomi di ascesso al dente? Si può capire che l’ascesso si sta formando?

Andiamo per ordine, la condizione che precede l’ascesso è un problema dentario, ed il primo segno di ascesso è il dolore accompagnato o meno da gonfiore.

Come è il dolore che precede o accompagna un ascesso dentale?

Il dolore si può presentare isolato e localizzato nella zona posteriore della bocca, oppure alla masticazione, alla pressione, rendendo la masticazione difficile e dolorosa.

Il dolore inizia come fastidio, è leggero, ma può in due giorni diventare violento fino a gonfiare la gengiva e la guancia.

Il gonfiore gengivale prima e l’ascesso poi, sono segni di pericolo, trascurarli può condurre a gravi complicazioni, specie quando il gonfiore si estende all’occhio ed alla gola.

Quando sono presenti questi tre segni principali, gonfiore-dolore-mal di dente, siamo davanti purtroppo ad un ascesso dentale.

 

1.2 Ascesso dentale e gonfiore guancia

 
L’ascesso al dente si accompagna solitamente a gonfiore della guancia che può presentarsi dopo 1 o 2 giorni dall’inizio del dolore al dente.

Solitamente il primo sintomo è il dolore localizzato in una zona della bocca, oppure ad un dente specifico, ma dopo qualche giorno si gonfia la guancia e l’ascesso diventa visibile.

Il dolore dapprima fortissimo può diminuire o sparire quando il gonfiore ha raggiunto una dimensione visibile.

Una grande attenzione dobbiamo riservare a questa evenienza.

Iniziare immediatamente la cura antibiotica è fondamentale con l’antibiotico giusto e di cui parliamo in seguito.

Nella cura dell’ ascesso dente con gonfiore alla guancia, ricordiamo infine che sono importanti gli impacchi caldo umidi.
Iniziare tempestivamente la cura, come detto sopra, con antidolorifico, antibiotico e impacchi caldo umidi, fino a quando la guancia non è più gonfia ed il dolore è scomparso.

La guarigione dell’ascesso con guancia gonfia, ci impiega solitamente 5 giorni a completarsi, ma già dopo 3 giorni la guancia inizia a sgonfiarsi ed il dolore cessa.

Quale consiglio dare quindi in caso di ascesso dente e guancia gonfia?

Gli impacchi caldo umidi è meglio farli 2/3 volte al giorno per un tempo di 20 minuti ogni volta. Gli impacchi caldo umidi servono ad accelerare l’effetto dell’antibiotico, e di conseguenza la guarigione.

Nel caso in cui la cura sia tardiva o nel caso in cui non faccia effetto l’antibiotico, la guancia continua a gonfiarsi e il gonfiore può coprire l’occhio o scendere nel collo.

Questo non deve assolutamente succedere per i grandi rischi che ne derivano.

2. Miglior antibiotico per ascesso dentale.

 
In presenza di ascesso al dente è obbligatorio usare il miglior antibiotico per ascesso dentale!

Perché l’antibiotico agisce guarendo l’infezione, e l’efficacia della cura si capisce da come evolvono il gonfiore ed il dolore.
Servono 2 giorni di cura antibiotica per vedere i primi risultati, il dolore che diminuisce assieme al gonfiore.

La prima cosa da affrontare assieme all’ascesso è comunque il dolore che talvolta è fortissimo.

Meglio quindi assumere degli analgesici che sono le uniche medicine contro il dolore.

La seconda cosa da fare è assumere l’antibiotico anche se con la dovuta cautela.
L’antibiotico può generare delle allergie, quindi attenzione alle proprie intolleranze.

Vediamo ora nello specifico quale rimedio adottare quindi in presenza di ascesso al dente?

La prima regola è prendere l’antibiotico, e quello di prima scelta è generalmente Augmentin, un antibiotico dentale a base di penicillina e acido clavulanico.

La posologia è di 1 compressa da 1 grammo ogni 12 ore, oppure ogni 8 ore a seconda della gravità del quadro clinico, per un tempo di 5 giorni.

In caso di allergia alla penicillina, meglio usare 1 compressa di Claritromicina 500 mg ogni 12 ore per 5 giorni.

Assieme all’antibiotico meglio assumere un analgesico come Aulin o Brufen 600.

Importantissimo associare gli impacchi con la borsa dell’acqua calda nella zona del gonfiore. Si fanno con un canovaccio bagnato di acqua calda, permetterà una più veloce guarigione.

 

3. Ascesso dente rimedi.

 
L’ascesso al dente ha comunque dei rimedi efficaci.

Questi rimedi devono essere messi in atto con determinazione e tempismo riconoscendo anche i sintomi già descritti sopra.

La cura migliore è quella medica, già descritta, ma è altrettanto fondamentale la cura del dente, che ne è la causa.

Il dentista ha il compito di trovare la causa dell’infezione e anche la cura.

Cosa fa il dentista in presenza di ascesso?

La cura del dentista consiste nell’eliminare l’infezione che causa l’ascesso:

  • Deve guarire la carie profonda del dente e devitalizzare il dente.
  • Se la causa è l’infezione alla radice del dente, deve rifare la devitalizzazione.
  • Quando l’ascesso è localizzato nella zona del dente del giudizio e la gengiva che lo ricopre è infetta, deve estrarre il dente del giudizio dopo una cura adeguata.
  • Se l’infezione parte da un dente che si muove a causa della parodontite, si estrae questo dente e si cura la parodontite.

4. Ascesso al dente quanto dura.

 
Di solito se si inizia la cura tempestivamente, e se la cura è efficace, l’ascesso dura quattro cinque giorni, poi il dolore diminuisce e la guancia si sgonfia.

Il dolore all’inizio è forte, violento, e cresce fino a quando cresce il gonfiore.

Una volta che il gonfiore della guancia si è stabilizzato o inizia a diminuire, diminuisce anche il dolore.

Bisogna però sapere che l’ascesso si può ripresentare quando la causa che lo provoca non viene rimossa.
Questo vuole dire semplicemente che non si può trascurare la causa, e che questa va rimossa.

La guancia si sgonfia, come detto sopra quando si fa la cura completa, ovvero, antidolorifici, antibiotici, impacchi caldo umidi.

Consiglio vivamente, di non affidarsi a cure empiriche, c’è il pericolo di complicazioni che possono portare alla morte.

Voglio ribadire che, l’ascesso non si deve trascurare perché può complicarsi in qualcosa di molto grave, con pericolo della vita stessa.
L’infezione può scendere dalla faccia ed entrare nelle vie respiratorie e diventare gravissima e incurabile.

5. Ascesso dente del giudizio.

 
L’ascesso al dente del giudizio è una spiacevole, dolorosa e pericolosa evenienza.

Si manifesta inizialmente come pericoronarite trasformandosi poi in ascesso dentale.

Si forma quando il dente del giudizio non è erotto in bocca completamente. I batteri entrano al suo interno e causano l’infezione.
Vediamo adesso perché il dente del giudizio non erompe completamente in arcata.

Non erompe quando non ha lo spazio in arcata che gli consente l’eruzione.

In queste situazioni il dente può essere inclinato e ostacolato nel suo percorso di eruzione, bloccarsi e infettarsi.

Quale sarà la cura dell’ascesso al dente del giudizio?

La cura dell’ascesso al dente del giudizio è come la cura degli altri ascessi di cui abbiamo già parlato sopra!

  • Antibiotico.
  • Antinfiammatorio.
  • Impacchi caldo umidi.
  • Rimozione della causa, ovvero estrazione del dente del giudizio.

5.1 Pericoronarite dente del giudizio.

 
Anzitutto diciamo cos’è la pericoronarite del dente del giudizio.

E’ una infezione che colpisce il dente del giudizio quando non è completamente spuntato dalla gengiva, ovvero quando il dente spunta dalla gengiva senza erompere completamente.

Quando questo dente erompe parzialmente, i batteri presenti nella bocca, penetrano sotto alla gengiva e generando una infezione.

Infezione che viene chiamata pericoronarite.
La gengiva si infiamma, si gonfia, con interessamento di tutta la zona, senza essere un vero e proprio ascesso all’inizio.

I sintomi sono dolore localizzato, con difficoltà alla masticazione, dolore che nei casi avanzati si estende a tutta la mandibola, la tempia, un dolore che può essere anche spontaneo che si acutizza quando si preme dietro all’ultimo dente in arcata.

Come sfiammare il dente del giudizio? Quale antibiotico per pericoronarite?

Per curare la pericoronarite si deve fare una cura con:

  • Antibiotici del tipo Augmentin oppure Zimox, alla posologia di una compressa ogni 12 ore per 4 giorni.
  • Antinfiammatori. Analgesici come Brufen 400 alla dose di 1 compressa ogni 12 ore,
  • Importante è anche una pulizia insistente con spazzolino dentale.

Chiaramente nel caso di allergia alla penicillina meglio usare Claritromicina alla dose di una compressa da 250 milligrammi ogni 8 ore.

6. Ascesso dente devitalizzato.

 
Il dente devitalizzato talvolta è causa di ascesso dentale. Questo succede quando nella radice rimangono dei batteri vivi. Questi batteri sono causa di una infezione cronica che può dare complicazioni come l’ascesso al dente, anche molti anni dopo la devitalizzazione.

Come si guarisce un ascesso al dente devitalizzato?

  • Antibiotici del tipo Augmentin oppure Zimox, alla posologia di una compressa ogni 12 ore per 4 giorni.
  • Antinfiammatori. Analgesici come Brufen 400 alla dose di 1 compressa ogni 12 ore.
  • Importante è anche una pulizia insistente con spazzolino dentale.
  • Impacchi caldo umidi.

7. Ascesso dentale e morte

 
L’ascesso dentale oggi non rappresenta un grande problema clinico, e normalmente si riesce a guarire con buona certezza.

Questo risultato è dovuto all’uso ed all’efficacia della cura antibiotica ed alla attenzione che oggi tutti hanno per la salute della propria dentatura.

Pur tuttavia non è raro osservare ascessi per cosi dire “fuori” Controllo” che possono complicarsi fino alla morte.

Gonfiore impressionante che inizia dalla guancia e dal mento, per estendersi poi e scendere al collo.
Un gonfiore di consistenza molto dura e dolente, che non regredisce con l’uso dei normali antibiotici.
La cura, che si protrae per giorni e non dà risultati visibili.
Il gonfiore non diminuisce anzi scende sempre più giù verso il collo, fino ad arrivare al mediastino, quel “sacco” che contiene il cuore, con esito fatale.

Questo tipo di gonfiore è il campanello d’allarme!

E’ obbligatorio il ricovero ospedaliero urgente per valutare l’estensione dell’ascesso, la direzione che ha preso, ed improntare una terapia estrema.

 

8. Ascesso dente. Conclusioni.

 
Per concludere abbiamo detto che l’ascesso dentale si deve curare il più presto possibile per evitare le possibili complicazioni.

Attenzione ricordiamo che la cura consiste in:

  • Guarire il gonfiore con cura medica (antibiotici-antinfiammatori-impacchi caldo umidi).
  • Curare il dente che lo genera (devitalizzazione-cura carie-apicectomia-estrazione dente del giudizio).

 

Studio Dentistico Chiamenti Walter Lista Flavia Negrar Verona associato ANDI
Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *