Apicectomia dentale tra indicazione e risultati

Apicectomia dentale
Chirurgia orale Laser a Verona – Studio dentistico Chiamenti Lista

 

L’ apicectomia dentale è un intervento chirurgico che serve per eliminare l’infezione dalla radice di un dente. si ricorre alla apicectomia dentale quando altre cure non hanno avuto successo, e altre strade non sono percorribili. E’ un intervento che può dare gonfiore e dolore per qualche giorno.
 

Parliamo di..

 

  1. Cos’è l’apicectomia dentale.
  2. Quando fare l’apicectomia dentale.
  3. Perché si forma l’infezione all’apice dentale.
  4. Come avviene la guarigione.
  5. Risultati dell’apicectomia.

 

1. Cos’è l’apicectomia dentale

 

E’un intervento in cui si rimuove una porzione di apice radicolare perché infetto.
Per rimuoverlo prima si incide la gengiva in corrispondenza dell’apice radicolare, ed una volta evidenziato l’apice radicolare si taglia nella misura più adeguata e si rimuove, questa è l’apicectomia dentale.
 

2. Quando fare l’apicectomia dentale

 

Si ricorre all’apicectomia quando c’è una infezione all’apice radicolare. Questa infezione può causare dolore o anche ascesso. Solitamente l’infezione dentale si scopre perché il dente fa male, o in seguito ad una visita con controllo radiografico fatto dal dentista.
 

3. Perché si forma l’infezione all’apice dentale

 

L’infezione si forma quando il dente è stato devitalizzato in modo non corretto e rimangono dei batteri nel canale radicolare. La cura in questo caso è il rifacimento della devitalizzazione per ottenere un risultato migliore ed eliminare i batteri presenti ma a volte non è possibile a causa di perni canalari, radici curve o non sondabilità dei canali. Nel caso in cui si decida di rifare la devitalizzazione , non c’è quindi la garanzia del risultato ed in questi casi la valutazione di una apicectomia è corretta.
 

4. Come avviene la guarigione

 

Quando l’infezione è stata tolta e l’apice infetto rimosso grazie all’apicectomia, inizia la guarigione spontanea che avviene in 3 mesi. Si può avere la conferma della guarigione facendo una radiografia al dente dopo 3 mesi e osservando nel contempo la scomparsa dei sintomi al dente interessato (dolore, gonfiore, fistola).
 

5. Risultati dell’apicectomia

 

Prima di parlare dei risultati bisogna capire che l’apicectomia è una procedura chirurgica e si fa quando le altre terapie hanno fallito. I risultati sono generalmente buoni ma i risultati dipendono da diversi fattori come la posizione della radice, altri eventuali problemi che affliggono il dente e situazioni non evidenziate dalla diagnosi. Proprio per questo è importantissimo perfezionare la diagnosi prima dell’intervento. Gli esami fondamentali sono la tac Cone Beam oltre alla radiografia endorale. Analizzando la TAC si vedono particolari anatomici fondamentali alla riuscita dell’intervento.
 

 

 

Studio Dentistico Chiamenti Walter Lista Flavia Negrar Verona associato ANDI
Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *